Giulia Telli


Giulia TelliSono una donna che ama essere mamma (di Giacomo e Mattia), appassionata di lettura, teatro e arte. Forse anche un po’ funambola perché non perdere l’equilibrio tra tutti questi ruoli, lavori e passioni non sempre è facile. E infatti spesso mi capita di cadere e sbucciarmi le ginocchia. Ma il bello è anche questo: vivere una vita piena di sfide, soddisfazioni, errori, successi e insuccessi. Fa parte del gioco.

Mi piace ciò che è bello, la ricerca e la cura del dettaglio, l’armonia delle forme e da quando sono mamma apprezzo in particolar modo i (rari) momenti di silenzio.

Mi piace pensare che contaminare la vita con l’arte, declinata nelle sue varie forme, possa aggiungere valore non solo a ciò che siamo ma anche alle esperienze che viviamo. Per questo, come madre, vorrei insegnare ai miei figli a non perdere mai la curiosità con cui oggi si affacciano alla finestra del mondo.

Da quando sono mamma ho trovato nei libri un valido supporto per capire, interrogarmi, rimettermi in discussione oppure, qualche volta, compiacermi anche di star facendo non poi così male…
Da quando sono mamma – forse per il mio passato da disegnatrice? – mi sono trovata ad apprezzare oltremodo alcuni libri illustrati per bambini dalle storie semplici ma dense di significato.
Il mio desiderio, il motivo principale di questo blog, è quindi quello di condividere quei libri che mi hanno aiutato a far ordine (mentale soprattutto) nel mio lavoro quotidiano “di mamma” e, al tempo stesso, far conoscere anche ad altre mamme quei libri che tanto mi è piaciuto leggere ai miei figli sotto il piumone.

Penso che il ruolo di noi genitori sia anche quello di educare al piacere della lettura perché “un bambino che legge sarà un adulto che pensa”.

E poi chi non si ricorda, con piacere e forse un po’ di nostalgia, il momento della fiaba della buona notte di quando era piccolo? Vorrei che anche per i miei figli possa essere un bel ricordo da custodire.

Per me era un appuntamento immancabile. I miei genitori mi avevano regalato l’enciclopedia delle fiabe e delle favole e uno dei ricordi più belli che ho della mia infanzia è mia nonna che, seduta accanto a me nel letto, mi leggeva ogni volta una storia diversa finché non mi addormentavo. Il mio criterio per scegliere quale leggere era sempre lo stesso: quella con più disegni e possibilmente belli.

Forse è per questo che per me i disegni che illustrano una storia sono importanti tanto quanto quello che raccontano. Ci sono libri poi dove la storia raccontata sembra quasi solo un pretesto per illustrarla. Così come ci sono libri di contenuto. Mi farà piacere scoprirli entrambi per condividerli poi con chi vorrà seguirmi in questo blog.

Giulia Telli