La mostra sul colore ospitata al Muba, Museo dei bambini di Milano, è un bellissimo viaggio interattivo alla scoperta di tutta la gamma cromatica. L’arcobaleno con tutte le sue armonie cromatiche plasma gli spazi del Muba trasformandolo in un ambiente magico, suggestivo e anche “educativo”.

Il percorso “immersivo” nel colore che i bambini sono invitati a fare (ogni gruppo è condotto da una guida) si rivolge a bambini dai 2 ai 6 anni ed è suddiviso in diverse tappe:

Luce comanda Color

In questo primo percorso i piccoli, attraverso dodici cilindri di tessuto sospesi da terra, sperimentano la relazione tra colore e luce. Grazie al lavoro del fotografo Massimo Tappari che ha realizzato diversi scatti di texture che diventano tessere gioco, ci accorgiamo che conosciamo il colore non soltanto con la vista ma anche con il tatto e gli altri sensi.

Esci dall’ombra

In questo gioco si parla della scomposizione della luce e dei colori primari. I piccoli sono invitati a proiettare sulla lavagna luminosa l’ombra di diverse palette o oggetti della quotidianità che vengono dati loro.

Che occhio

Questa è, insieme al gioco dei cilindri, la parte che più ha sorpreso i miei figli perché, grazie all’aiuto delle illustrazioni di Nina Cuneo, si scopre il diverso modo di riconoscere i colori nell’uomo e negli animali: dal pesce alla talpa fino ai nostri animali domestici.

Dove ti nascondi?

In questa installazione, ospitata nella seconda grande scatola sospesa, ci si immerge in un paesaggio fantastico e surreale che cambia a seconda della luce proiettata al suo interno. E’ un gioco dedicato alla mimesi nel mondo animale dove, con il mutare delle tinte della luce, le immagini appaiono e scompaiono come per magia.

Se volete vedere qualcosa di più ecco qui il mio video-blog della mostra:

 

 

Commenti